ATTIVITA’ AGRICOLA

Attività Agricole e visite guidate alle nostre Malghe

Attività Agricole

L’attività principale è l’allevamento di bovini da latte, i capi allevati sono circa un centinaio, la produzione principale è il latte il quale viene trasformato nel nostro minicaseificio. La nostra azienda agricola coltiva circa 75 ettari di terreno agricolo tra prati, pascoli e boschi.

Nostre Malghe

Le nostre malghe ricche di pascoli permettono la transumanza degli animali nel periodo che va da maggio a ottobre, i prati ricchi di erbe e fiori permettono un raccolto di fieno molto pregiato per la produzione di foraggi impiegati nell’alimentazione invernale; dai nostri boschi otteniamo la produzione di legna che serve per il mini-caseificio e l’agriturismo.

La Malga Tesi

La malga Tesi ha una superficie prevalentemente a pascolo, delimita su tre lati – sud ovest e nord – con muretti a secco: sassi recuperati dalla pulizia del pascolo. Qui si trovano due tipi di fabbricati: IL BAITO e LA PORCILAIA. La superficie complessiva è di 35 campi veronese gode di una copertura di n.15 paghe (che corrispondono a vacche n. 15) – che sarebbe la capienza massima di animali che si possono allevare con questa caratteristica di pascolo nei periodi dell’alpeggio.
DESCRIZIONE DEL BAITO
Il baito, collocato su un dosso ventilato per favorire la conservazione del latte nei caldi mesi estivi, comprende il “logo del late” e il “logo del fogo”. Il “logo del late” veniva utilizzato per far riposare il latte nelle “mastèle” (larghi e bassi contenitori circolari di legno) e consentire l’affioramento della panna dalla quale si otteneva il burro; per garantire un adeguato arieggiamento il locale è situato sempre nella parte a valle dell’edificio, è spesso realizzato in forma semicircolare ed è dotato di piccole finestre sbarrate da lastre di pietra. Il “logo del fogo”, situato a monte, è dotato di un caratteristico camino che sporge dalla pianta dell’edificio, onde evitare incendi del tetto, originariamente in “canel” (canna palustre) e per contenere la “caldera”, il grande paiolo di rame nel quale veniva scaldato il latte scremato per la successiva lavorazione in formaggio e ricotta. Sotto il “logo del late” è situata una piccola stalla, utilizzata come ricovero dei vitelli appena nati o del bestiame ammalato.

Mini – Caseificio

I nostri prodotti sono l’espressione di una antica tradizione che si tramanda di padre in figlio; tutta la nostra produzione ha origine dal nostro latte, prodotto nelle nostre malghe del Monte Baldo.
I formaggi sono il nostro prodotto per eccellenza che porta con sé la transumanza, la fatica del contadino, la bravura del casaro, la biodiversità di un pascolo, la professionalità dell’affinatore; e un messaggio unico ed esclusivo per il consumatore finale che non deve far altro che saper ascoltare.
PERCHE´ SCEGLIERE IL NOSTRO FORMAGGIO
• Latte fresco prodotto nelle nostre malghe di montagna
• Alimentazione naturale e controllata
• Allevamento: piccole unità a gestione famigliare
• Lavorazione del latte entro 12 ore
• Pascoli estivi di montagna
• Utilizzo di caglio naturale
• Stagionatura nelle nostre antiche casare
• Ingredienti unici freschi e genuini

Giro delle MALGHE

IL GIRO DELLE MALGHE (CAI 63)
Per trascorrere un po’ di ore ai piedi del Monte Baldo cercate il segnavia del Cai con n. 63, sentiero che sale verso nord in direzione Pradonego, piccolissimo paese in cui si respira aria di passato. Non sarà un percorso con grandi difficoltà e vi permetterà di godere scorci mozzafiato e una pace non comune. Da qui, sempre lungo il sentiero 63, girate verso ovest e attraversate la Val Brutta fino a raggiungere Malga Montesel e salite ancora fino a prendere l’altro sentiero CAI 64 presso la Malga Colonei di Caprino, tenendo la vostra sinistra, lungo un antica mulattiera; dopo una sosta per emozionarsi davanti alle meraviglie della natura ed ammirare i mille fiori del Monte Baldo, continuate fino a arrivare alla Malga Colonei di Pesina , a questo punto è tutta discesa, sulla vostra sinistra prendete il sentiero CAI 662, passate il baito dei Grò e arrivate in un borgo che si chiama Piore (La Fabbrica), non più abitato da un secolo circa ma che racconta ancora un po’ di storia con quello che resta della chiesetta e della fabbrica in cui lavoravano molti abitanti di questi monti; qui prendete il sentiero CAI 53 passate Ca Valmenon. In certi punti vi si aprirà la piana di Caprino e il Lago di Garda verso sud con la penisola di Sirmione, l’anfiteatro morenico di Rivoli con al centro Forte Wohlgemuth che fa da sentinella. Porterete a casa un bagaglio enorme di emozioni e ricordi e vi sentirete rigenerati.

Visite guidate

Per i nostri ospiti organizziamo visite guidate alle nostre malghe.